La camiceria Truzzi nasce a Milano nel lontano 1890 per mano di Luigia Truzzi, una donna che grazie alla sua passione per la sartoria renderà le camicie Truzzi marchio di riferimento della Milano dell'epoca.

CHI SIAMO


La notorietà del marchio si espande maggiormente quando l'attività viene rilevata nel 1924 da Tina e Ferruccio Ballini ai quali si riconoscerà il merito di aver favorito il marchio portandolo, nel corso del tempo, alla consacrazione, diventando, infatti, uno dei più importanti punti di riferimento nella produzione delle camicie made in Italy.

Oggi, il marchio Truzzi continua a viaggiare per il mondo grazie all'acquisizione da parte di imprenditori, mecenati, amici. Partendo da una mission in comune, cioè la valorizzazione del brand storico Truzzi Camiceria, siglano un legame che unisce il mondo della moda a quello imprenditoriale.

"Abbiamo desiderato avvenisse un incontro: quello tra il settore industriale e del lusso nella moda. Questo desiderio si è concretizzato nell’acquisizione di un'azienda storica come Truzzi Camiceria".


ELEGANZA SENZA TEMPO
DAL 1890


1890
Luigia Truzzi


1924
L'arrivo di Ferruccio Ballini


1950
Da via Broletto a Corso Matteotti


1997
Un nuovo luogo, un nuovo nome


Oggi
La camiceria Truzzi

LA CAMICIA TRUZZI


Alta sartorialità, stile raffinato e una tradizione fatta di valori autentici unite a materie prime pregiate rendono le camicie Truzzi protagoniste dell'eleganza e della raffinatezza maschile. In continua evoluzione, ma fedele sempre alla sua storia, Truzzi è destinata ad essere uno dei più importanti punti di riferimento nella produzione delle camicie made in Italy.


I DETTAGLI
DELL'ELEGANZA


L'eleganza non è eccentricità, neppure ostentazione; eleganza è capacita di riconoscere i piccoli dettagli.
Per questo, i particolari raffinati delle camicie Truzzi non rappresentano semplicemente l'eccentricità di un vezzo, ma sono espressione di una sapienza, di un ricco patrimonio di conoscenze sartoriali che vivono, da sempre, al servizio dell'eleganza.
testo-dettaglio-i-bottoni-truzzi-camiceria-milano-1890
dettaglio-camicia-bottoni-truzzi-camiceria-milano-1890
Sempre a quattro fori, in vera madreperla australiana. I bottoni delle camicie Truzzi presentano un'attaccatura a giglio: il filo passa da un foro e alternativamente negli altri tre. Ed ecco che appare la figura di un fiore a tre punte, elemento che consente di risalire all'artigianalità della lavorazione delle camicie Truzzi.
testo-dettaglio-il-colletto-truzzi-camiceria-milano-1890
dettaglio-camicia-colletto-truzzi-camiceria-milano-1890
La collezione Truzzi conta oltre 20 modelli di colli. Un particolare elegante e sofisticato della moda maschile, che possono essere intelati e adesivati. I colli intelati, sono interamente fatti a mano e confezionati con teline cucite tra di loro che ne costituiscono l'anima. Più moderni i colli adesivati che, pur mantenendo la raffinatezza dei primi, aggiungono un tocco di praticità con la presenza di stecche estraibili.
testo-dettaglio-le-cuciture-truzzi-camiceria-milano-1890
dettaglio-camicia-cuciture-truzzi-camiceria-milano-1890
La lavorazione artigianale rende le cuciture estremamente raffinate e resistenti. La vestibilità della camicia Truzzi è impeccabile grazie a speciali accorgimenti come la botta, una particolare cucitura che rende le maniche leggermente inclinate. Il fianco è ribattuto all'inglese: soltanto quando il fianco è stato cucito per intero, vengono applicate le maniche. Questa procedura, simile alla confezione di una giacca, consente una vestibilità perfetta.
testo-dettaglio-il-polsino-truzzi-camiceria-milano-1890_Tavola disegno 1
dettaglio-camicia-polsino-truzzi-camiceria-milano-1890
Gli angoli del polsino delle camicie Truzzi sono smussati o stondati. Il fessino della manica è costruito in modo tale da raccordare sempre il disegno del tessuto, in senso orizzontale e in quello verticale. Il travetto che ferma l'apertura del tessuto è ricamato a mano: un elemento da veri intenditori.